Libri senza parole in mostra a Roma e in arrivo a Lampedusa

Vi va di vedere una mostra di libri che parlano solo per immagini e che abbattono ogni tipo di barriera? Se siete curiosi ha inaugurato il 7 maggio ed andrà avanti fino al 21 luglio (quindi avete un sacco di tempo per andarci!) una mostra in cui i libri parlano un linguaggio universale senza le parole. Perché attraverso le figure si abbattono le barriere dovute al linguaggio e si arriva dritti al cuore comunicando emozioni e sensazioni che non hanno confini di luoghi e cultura.

bambina_carrer“Libri senza parole. Destinazione Lampedusa” al Palazzo delle Esposizioni di Roma è organizzata da Ibby Italia (associazione internazionale che promuove il libro per ragazzi come strumento di integrazione) e palazzo delle Esposizioni all’interno della rassegna Bologna a Roma, vetrina romana della Fiera del libro di Bologna che si è tenuta a marzo, in collaborazione con Biblioteche di Roma.

Sono stati selezionati circa cento silent books provenienti da 4 continenti e oltre 20 paesi, che fanno capolino da vecchi bauli da viaggio che a loro volta raccontano in modo silenzioso storie di migrazioni, fatiche e speranze. Dopo Roma la mostra viaggerà in Italia e nel mondo e questi libri senza parole andranno a far parte di una biblioteca itinerante per bambini italiani e migranti nell’isola di Lampedusa, luogo di approdo di tante persone provenienti da lontano con le loro storie e problemi da cui fuggire. I libri diventeranno così compagnia e conforto in una situazione difficile. Un libro è sempre un’insostituibile amico fedele qualunque sia il paese di provenienza e la situazione in cui ci si trova, ancora di più se il momento non è dei migliori. Una risorsa fondamentale!

baule1_DSC3139_15611

La mostra prevede anche un ricchissimo programma di incontri, presentazioni e laboratori organizzati dallo Scaffale d’arte e dalla Biblioteca europea di Roma rivolti a scuole, insegnanti e famiglie per educare grandi e bambini alle immagini e alla mediazione culturale. Tra questi il taccuino di viaggi d’autore di Chiara Carrer (il 31 maggio) in cui si dialoga con le immagini e i protagonisti dei libri ed il 14 giugno un laboratorio sul bellissimo albo illustrato “Baci” di Goele Dewanchel edito da Orecchio acerbo.

Voi ci andrete?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...