Oh no George!

Non l’ho ancora comprato ma appena entrerò in una libreria per bambini o su Amazon (regno della perdizione!) non potrò fare a meno di farlo mio. Eh si perché dopo “Oh Oh”– di cui ho parlato qualche tempo fa qui sul blog– è tornato Chris Haugton con una nuova divertentissima e colorata avventura.

131001_ohnogeorgeIn “Oh no George” edito sempre da Lapis il protagonista non è un gufetto un po’ sbadato in cerca della sua mamma ma un buffo cagnolino di un bel color rosso/viola/fucsia che fa istintiva simpatia. Il suo padrone esce di casa e lo lascia solo raccomandandosi di comportarsi bene e non fare danni. Ma chi sa tenere testa alla tentazione di combinare guai meno di un cane? Chi ne ha, soprattutto se cucciolo, lo sa bene ma d’altra parte anche Oscar Wilde diceva “so resistere a tutto tranne che alle tentazioni”. Vi dico già che il mio cane non ha mai saputo resistere (chi l’avrebbe mai detto)!

Ovviamente quindi George appena il padrone sarà andato via non potrà fare a meno di mangiare una torta trovata sul tavolo, attaccare briga con un gatto, scavare buche tra i fiori in giardino e tante simpatiche marachelle che faranno divertire un sacco i piccoli lettori. L’identificazione con George e le sue mille facce buffe da “non sono stato io” è immediata visto che loro  ne sanno parecchio di disobbedienza e ribellioni alle regole dei grandi.

131001_ohnogeorge_2

6812174443_63a344e33c_z

George vorrebbe davvero essere buono ma come si fa quando sei circondato da tentazioni? Non si può proprio fare. Una storia esilarante accompagnata anzi sostenuta da illustrazioni in grassetto dal sapore un po’ retrò in perfetto meraviglioso a mio parere stile Chris Haughton. Perfetto per una lettura ad alta voce con bambini dai 3 anni in su. Non vedo l’ora di averlo!

0Screen_shot_2012-01-26_at_17.5

Annunci

3 pensieri su “Oh no George!

  1. Proprio oggi leggevo l’articolo che la Rivista Andersen dedicava all’autore il mese scorso.
    “Oh, oh” l’ho regalato al mio nipotino più piccolo lo scorso anno quando sono stata a Più libri più liberi (alle tentazioni non si resiste!): ero attratta dal collage delle sue illustrazioni e dai colori accesi. Ancora adesso Manu quando sta per cadere (volutamente!!!) dalla sedia per andare a giocare dice “Oh, oh!”.
    Ma noi lo ritroviamo subito :D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...