Tempo di feste e di film: Rapunzel

In questi giorni di vacanza e grandi mangiate mi sto dando al cinema tanto da meritare una tessera premium dalla cassiera di turno. Per darmi un contegno e riprendermi da pomeriggi solitamente passati a giocare alla cucinetta, all’asilo con i pupazzi di peluche della quattrenne e col pongo mi sono data alla cultura adulta andando a vedere “Molière in bicicletta”, “Philomena” e i “Sogni segreti di Walter Mitty”. Sono ancora in sala e ve li consiglio tutti perché in modi diversi meritano davvero.

Non poteva mancare però qualche incursione nel mondo dei bambini perché sia mai perdessi l’allenamento e qual vago senso di estraneità da chi è over 6 anni. Bella spaparanzata a casa mi sono data allora alla visione del meraviglioso “Lilli e il vagabondo” trasmesso da Raiuno qualche giorno fa e di Rapunzel che ho recuperato in dvd.

“Lilli e il vagabondo” lo conoscete tutti (giusto?!?!) ed è un evergreen che avevo visto milleduecento volte e di cui mi sono accorta con orrore di conoscere tutte ma proprio tutte le battute a memoria compresa la canzoncina dei gatti siamesi. Rapunzel invece me l’ero perso nonostante sia una fan assidua dei film Disney e Pixar ed ho deciso di rimediare alla lacuna. Ero un po’ scettica invece è un cartone carino, divertente, romantico e mai noioso nonostante la presenza di parecchi momenti cantati in perfetto stile disneyano (io non li amo molto ma de gustibus).

Rapunzel_crown_by_zaiyuri-d3glz63

La protagonista dai lunghissimi capelli (su cui mi sono posta più volte domande in merito ai debiti che avrà dovuto fare per comprare shampoo e balsamo e alle doppie punte che avrà dovuto combattere) è un’eroina moderna, determinata, coraggiosa e simpaticissima nonostante per 18 anni sia stata chiusa in una torre altissima lontana dal mondo senza alcun tipo di passatempo tranne le pulizie di casa e la pittura. Cosa che avrebbe messo a dura prova l’umore e lo stato d’animo della persona più ottimista dell’universo.

rapunzel-l-intreccio-della-torre-hi-res-5

La fiaba come avrete capito è la rielaborazione in chiave moderna di Raperonzolo dei fratelli Grimm e racconta la storia di una principessa dai capelli dorati rapita in nella culla da una donna che grazie ai poteri magici della chioma della bambina scopre di potersi mantenere eternamente giovane. Si finge la mamma della piccola e la rinchiude in una torre altissima sperando così di preservarla dal mondo e tenerla sempre con sé. Arriverà però un ladro giovane, scapestrato ed affascinante a rompere gli equilibri e portare nella vita di Rapunzel l’avventura, la libertà, l’amore e la sua vera famiglia. Consigliato!

Ah ovviamente tra qualche giorno per continuare a collezionare punti sulla tessera premium del cinema voglio andare a vedere “Frozen” di cui mi stanno parlando benissimo e vi saprò dire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...