5 suggerimenti per trovare un lavoretto come babysitter

Dopo avervi consigliato qualche tempo fa come trovare la Mary Poppins dei vostri sogni stavolta ci mettiamo dall’altra parte e spariamo qualche suggerimento a chi voglia trovare un lavoro come babysitter. Che sia un impiego stabile o un modo per arrotondare part time mentre si studia o si cerca altro poco importa.

From left, Julie Andrews, Matthew Garber and Karen Dotrice in

Immagine tratta dal film “Mary Poppins.”

1 ) Anche nell’era dell’internet (Elio docet, se vedete X factor), dei gruppi su whatsapp e di Linkedin, passaparola is the king. Resta comunque il mezzo che alle mamme e ai papà apprensivi ( a volte giustamente) 2.0 o 3.0 dà maggiore sicurezza. La parola di qualcuno che si conosce dà la percezione di stare trovando una persona che non sia una serial killer in erba o una che passa il tempo a scorrere la home di Facebook piuttosto che salvaguardare l’incolumità del loro pargoletto. Così è se vi pare e facciamocene una ragione.

2) Comunque affidatevi al web perchè una mano può sempre darvela a trovare l’aggancio giusto o quella proposta di lavoro che, ebbene sì, stava aspettando proprio voi. Di solito gli annunci sul web rimandano sempre a qualche agenzia a cui fare riferimento. Qualche suggerimento? Sitter italia, Le fate turchine, Le cicogne o ancora meglio qualche agenzia piccolina che abbia sede nella vostra città.

3) Mettete annunci fuori dalle scuole del quartiere o ancora meglio nel vostro palazzo o condominio. Io il mio primo lavoretto da baby sitter che ho portato avanti per anni l’ho trovato così e non potete capire la comodità di scendere in pigiama e ciabatta selvaggia (vabbè quasi) per fare una babysitterata serale o portare i bambini a scuola la mattina quando avevo ancora gli occhi chiusi pieni di sonno.

post-it-mess

4) Armatevi di pazienza perché di annunci assurdi e stra-pretenziosi per quattro soldi ce ne sono una miriade e mettono a dura prova un maestro zen. La cercano madrelingua inglese, automunita, paziente, sempre disponibile quando vogliono loro, disposta a cucinare, laureata in psicologia dell’educazione e tutto per 6 euro l’ora? Bene, sedetevi al computer con una bella tisana calda in mano e una musica rilassante in sottofondo: consiglio Mogwai e God is an astronaut. Una bomba, li ho adesso nelle cuffie mentre scrivo e vi assicuro che funzionano! Vi segnalo a questo proposito un articolo di La disoccupazione ingegna.

5) Non perdete la speranza perché un lavoretto anche part time prima o poi esce fuori e soprattutto non dimenticate passione ed entusiasmo che per lavorare con i bambini sono il requisito base da non perdere mai. Oltre alla pazienza sopra citata che andrebbe presa a piccole dosi ogni mattina per il bene di tutti.

Annunci

2 pensieri su “5 suggerimenti per trovare un lavoretto come babysitter

    • Domanda fondamentale, certo! Sicuramente dal punto di vista di un genitore è giustissimo porsela per orientare la ricerca ma qui cercavo di dare suggerimenti per chi stia cercando lavoro come babysitter e quindi si trova dall’altra parte della “barricata”. ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...