“A casa della nonna” di Alice Melvin

Un posto dove sentirsi sicuri e protetti, al riparo da tutte le cose brutte che ci sono là fuori. Un posto dove chiudere la porta e sapere che finchè si è lì va tutto bene e non può accaderci niente di male. È la casa della nonna, di solito (almeno per le nonne vecchio stampo di noi trentenni o giù di lì) un luogo dal sapore un po’ antico, con la scatola piena di caramelle Rossana o di gelatine pronta ad attenderci e l’odore di cose buone da mangiare in preparazione. Ecco l’albo di cui voglio parlarvi oggi è una meraviglia che riporta alla luce tutte quelle sensazioni. Si chiama “A casa della nonna” è edito da Rizzoli ed è di Alice Melvin, una ragazza inglese che ora vive in Scozia. Un libro a cui non si può resistere per le illustrazioni fantastiche che si aprono e lo stupore che trasuda ad ogni pagina. Un libro caldo ed accogliente proprio come lo è la casa di ogni nonna.

a casa della nonna
Una bambina dopo la scuola va ogni giorno a casa della nonna
ed inizia ad esplorarla in tutti i suoi ambienti scoprendone mille tesori stanza dopo stanza. Conosce tutto a memoria e ripete ogni volta gli stessi gesti ma ogni cosa e ogni stanza sono comunque sempre una sorpresa e sempre fonte di felicità. Quella felicità rassicurante del sapere cosa si troverà e chi si troverà ad aspettarci giorno dopo giorno. La bambina appende il cappotto all’ingresso, fa merenda con latte e biscotti che trova nella scatola in cucina, si accoccola sul dondolo, esplora il mappamondo, si sdraia a fantasticare sul tappeto e infine va in soffitta dove il baule della nonna pieno di cose antiche e chincaglierie è una vera fonte di meraviglie e tesori. Oggetti che sono lì da anni e anni e che sono destinati a restare nei nostri ricordi.

a casa della nonna 2

a casa della nonna 3Ma la nonna? Dov’è la nonna? La cerchiamo stanza dopo stanza esplorando la casa davvero come fossimo lì perché le porte e le finestre sono intagliate e il tetto della mansarda è addirittura apribile. Lo voglio questo libro! Esplorarlo è un’emozione che evoca ricordi legati all’infanzia, alle case dove siamo cresciuti e che ci accompagnano sempre anche se non ci sono più perché le conserviamo dentro di noi (e in questo periodo io ne so qualcosa). In quella memoria che è soprattutto una memoria del cuore. “A casa della nonna” è un albo poetico, dolce e rassicurante come un abbraccio da qualcuno che ci vuole bene. Dopo averlo letto in libreria lo andrò sicuramente a prendere per conservarlo come coccola nei momenti malinconici.

Ah la nonna non vi dico dove sta ma vi assicuro che c’è. La nipotina non si lascia sola!

 

Annunci

5 pensieri su ““A casa della nonna” di Alice Melvin

  1. Ma che bello questo libro Ilaria! Mi sa che ne cerco una copia per il mio nipotino che è in età giusta per cominciare a farsi raccontare storie e guardare le figure. E magari riesco anche ad insegnargli a leggere.

  2. Che meraviglia mi sono commossa e rivista in quella bambina a casa della nonna, luogo magico pieno di tesori da scoprire, di profumi, di borotalco, biscotti appena sfornati…mi avete catapultato nel mio passato fatto di dolci ricordi grazie infinite

    • La casa della nonna è un luogo speciale, forse ancora di più perché visto con gli occhi di quando eravamo bambini. Ed è comunque un posto che ci resta nel cuore. Grazie a te per essere passata Pamela. :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...