Herman e Rosie: New York, la musica e la felicità inattesa

Era da un bel po’- troppo un bel po’- che complice il periodo incasinato e pieno di cose stressanti da fare non avevo più un colpo di fulmine per un libro per bambini. Ma a dirla tutta ultimamente pur avendo letto tanto durante l’estate sto trovando difficoltà a trovare un libro davvero appassionante anche per adulti per cui se avete consigli sono ben accetti. Ecco però che come spesso capita quando se ne ha più bisogno è arrivato un albo illustrato da colpo al cuore e da spazietto da trovare per forza nella libreria. Si tratta di Herman e Rosie di Gus Gordon (bravissimo scrittore ed illustratore australiano) edito da Motta Junior e pubblicato per la prima volta nel 2012. Un gioiellino a tratti malinconico ma che parla di amore, speranza, possibilità di cambiamento e felicità in una cornice meravigliosa come quella di New York. E il tutto a ritmo di musica.

herman-e-rosie-copertina

herman-e-rosie

Andiamo a conoscere chi sono Herman e Rosie (entrambi animali umanizzati). Herman Schubert è un coccodrillo che si diletta a suonare l’oboe mentre Rosie Bloom è una cerbiatta che ama cantare e lo fa per passione la sera in un jazz club. La musica è l’unica salvezza nella vita dei nostri due deliziosi protagonisti: anime profonde perse in una città enorme come New York che può offrirti mille possibilità di divertimento, culturali e di lavoro ma può anche farti sentire incredibilmente solo e spaesato. Ancora di più se per mantenerti fai un lavoro senza stimoli che non rientrava tra le tue aspirazioni della vita: Herman sta chiuso tutto il giorno in un call center come venditore mentre Rosie fa la lavapiatti in un ristorante. Abitano nella stessa strada, hanno gusti simili (entrambi ad esempio amano i documentari sull’oceano) e le loro vite sono sempre in qualche modo collegate, si sfiorano tutti i giorni nelle loro solitudine mentre cucinano, mentre si spostano per la città o mentre si esercitano a casa ma senza saperlo.

herman-e-rosie_-solitudine-in-citta

Un giorno entrambi perdono il lavoro e la loro vita diventa molto triste. Si rinchiudono così nel loro piccolo mondo casalingo dove si sentono protetti e al sicuro ma finalmente in una giornata di sole decidono di uscire fuori ad immergersi nella città, a respirare aria fresca e a vivere la bellezza di New York con i suoi parchi, i suoi grattacieli, le sue strade piene di possibilità ed il suo cibo calorico e poco salutare ma così confortevole! Cosa succede quando Herman e Rosie si incontrano? Perché ovviamente si incontreranno, ve lo svelo già. Il loro incontro una notte al chiaro di luna darà nuova speranza alle loro vite e l’amore per la musica li farà rinascere e tornare a vivere con entusiasmo. Perché dopo la crisi arriva il lieto fine.

Il libro è davvero bello oltre che per la storia che sembra un vecchio film ambientato a New York anche per la grafica molto curata: colpisce infatti già dalla copertina nella quale è raffigurato un vinile che sbuca fuori da una vecchia busta ma l’albo è anche pieno di collage, vecchie foto, cartoline e finte macchie di caffè che lo rendono molto vintage e raffinato. Mettete su un vecchio giradischi con un vinile di musica jazz e immergetevi nel mondo raffinato di Herman e Rosie. Non ve ne pentirete!

 

 

Petting zoo, un app d’autore dalla grafica divertentissima

Ok gli animali è molto meglio vederli ed accarezzarli dal vivo (siamo tutti d’accordo vero?) ma questa app è davvero troppo carina e piena di meraviglia per perdersela! Si tratta di Petting zoo- termine che letteralmente indica proprio gli animali da accarezzare e coccolare in fattoria- ovvero un libro interattivo senza parole con illustrazioni animate di 21 animali che quando vengono toccati reagiscono in modo sorprendente. Gli animali si trasformano l’un l’altro in modi divertentissimi e a dir poco originali diventando un tuttuno, un cartone interattivo che ha come elemento distintivo il tratto nero ed essenziale dell’autore di questa app.

dezeen_Petting-Zoo-app-by-Christoph-Niemann-121

In questo specialissimo zoo troviamo un cane che balla la breakdance, un elefante nella vasca da bagno, un coccodrillo che ci fa giocare con i suoi denti, una giraffa che si muove di qua e di là lecca tutto lo schermo con la sua mega lingua e poi si trasforma in una mazza da golf che colpisce una mela. E tantissime altre trovate divertentissime e piene di humour che i piccoli adoreranno!

panda

mzl.xljfrqmuL’autore di questa bellissima app è Christoph Niemann, un illustratore più che bravissimo che ha disegnato copertine per il New York Times, il New Yorker, Wired, ha un blog sul New York times ed è entrato nella Hall of fame dell’art directors club che è un riconoscimento importantissimo per un illustratore. Io non lo conoscevo ma ora che l’ho scoperto continuerò sicuramente a seguirlo!

Insomma Petting zoo è una app d’autore tutta da provare e apprezzare divertendosi insieme in un mondo di animali mattacchioni. Disponibile per iPhone, Ipad e Android al prezzo di 0,89 cent e 1,55 euro.